Distanza fisica si, isolamento sociale no

Il sociologo ed economista, Mauro Magatti, e il nostro Ceo, Maurizo Carvelli spiegano come Il post-Covid costituirà l’occasione per riprogettare la didattica. Il lockdown ha creato gli embrioni di una reazione che rifiuta ogni limite alla propria libertà e va verso una forma di rigetto verso tutto ciò che la blocca. È decisivo non alimentare il rifiuto delle regole, ma educare a uno sguardo concreto e coraggioso verso la realtà. La formazione e la ricchezza di relazioni hanno questo scopo ed è per questo che è necessario tornare, anche fisicamente, a frequentare le università. Gli studenti devono poter dialogare e confrontarsi tra loro e con i loro professori; sono le relazioni che, a tutti gli effetti, rendono gli anni universitari unici e speciali. L’investimento che dobbiamo fare non è unicamente infrastrutturale o strumentale ma sulle persone, sulla loro formazione e sulla loro intelligenza. Quindi la scuola, l’università e tutti quei luoghi in cui si forma la socialità, vanno al più presto ripopolati.